Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘huset piccina picciò’ Category

Lasciatomi dalla vichinga sul piano cucina:

Hi Anna Chiara,
I am now on the final phase with my thesis.
That means long days and I have to get up early and get my sleep.

Because it is so loudly here, I would ask you if you could dry your hair and talk on the phone before 22:30.

In a small place like this we have to adjust to one another. Like your boyfriend being here so much.

Have a nice evening.

Tradotto: quando la sera, come spesso succede, rientro dall’università alle 21:30, se per disgrazia devo lavarmi i capelli non posso permettermi di aver fame, ché se mangio subito poi non faccio più in tempo a far la doccia.
E notare che io mi alzo alle 07:00 del mattino, prima di lei, e quando va bene rincaso alle 20:30. E che, guarda caso, I am as well in the final phase of my thesis, ma non mi pare una buona scusa per sbriciolare gli attributi alla gente, questa.

Ammazzarli da piccoli.

Read Full Post »

Your reservations:

Date 22-03-08
Wash Period 10:00 – 13:00
Mashines (sic!) 1

Serial no. 16926569
18. marts 2008 22:58:50

Ore 11:00, scendo in lavanderia per fare la lavatrice: tutte le macchine occupate.
E io che (mi) pensavo che una prenotazione servisse a qualcosa.

Read Full Post »

Un bel foglio A4 infilato sotto la porta, con su scritto

I JUST HOPE YOU AND YOUR FRIENDS WERE CHEERING FOR THE LOSING TEAM

e così impara a urlare, cantare, sbattere le porte e saltare come un ossesso alle 03:30 di notte.

Read Full Post »

Incredibile quanto poco tempo impieghi la cena per cuocersi quando si ha una fame che si mangerebbe il cartongesso.

uno sgorbio informe

Nonostante lo sgorbio informe qui sopra, giuro solennemente che le forchette han quattro rebbi pure in Merluzzistan.

Read Full Post »

Una doccia veloce veloce da soli ottantacinque – femogfirs – minuti alla mattina, e alla sera di nuovo sotto la doccia.

Secondo me è la cipolla che le trasuda dalla pelle.

Read Full Post »

Comunicazioni di servizio (brevi ma intense):

#1 alla danese che da ieri sera mi sbriciola le balle su skype: No, non ho la minima intenzione di fare sesso con i tuoi amici, nemmeno per divertimento. Piantala.

#2 al tizio che, tutti i santi giorni da qualche mese a questa parte, arriva su Strepitupido! cercando “la lavatrice non fa la centrifuga”: cambiala, quella cazzo di lavatrice.

#3 alla tipa che mi ha mandato una mail oggi pomeriggio: “se per caso possiedi il libro tal-dei-tali”… come ti viene in mente che io possa avere una grammatica danese, prima ancora di cominciare il corso?!?

#4 oggi mi hanno lasciata da sola in laboratorio a giocare con cento-e-passa mila euro di strumentazione. Per inciso, era il primo giorno che ci mettevo piede, in quel laboratorio. Detto questo, posso confessare quale e quanto piacere sadico si provi nel denudare le fibre ottiche e nell’infliggere loro atroci sofferenze mediante una punta di diamante.

#5 essere il fidanzato di una danese non deve essere facile, tutto sommato. La mia coinquilina stasera ha cenato a base di salsiccia, fagioli e cipolla. De gustibus.

Read Full Post »

– where are you from?
– Italy.
– Italy? Davvero?

E così ho conosciuto Simone, tedesca laureanda in economia che ha studiato tre anni a Bolzano.
Non le piace, Bolzano, perché tutti lì parlano un tedesco orribile e un italiano se possibile anche peggiore, e io son venuta in Italia perché volevo imparare l’italiano, e in Italia tutti dovreste parlare italiano. Lei lo parla benissimo, per inciso.

Come non volerle bene, a ‘sta figliola?

Read Full Post »

Older Posts »