Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 2 febbraio 2009

ho pensato che le domande si fanno, come i figli e i biscotti e i buchi nel muro, come le orecchie a bordo pagina, i sogni, i viaggi, i conti e gli errori, e come tutto quello che prima non c’era e dopo invece c’è.
ho pensato che le risposte si danno, come i regali o le carte, come un’aspirina e lo smalto e un bacio e un voto e la ragione, e come tutto quello che c’era anche prima ma era altro oppure era altrove.

ti ho promesso un’attesa paziente che mantengo a fatica. ti proteggo con la distanza e il fuoco di copertura del mio silenzio, e perdonerò anche te, come ho fatto con tutti, per essertene andata con i pugni pieni della mia fiducia. ti avevo spillata al mio fianco e tu hai spillato il mio sangue, e io lo imbottiglio e lo tappo e lo metto in cantina, in caso ci sia da brindare ad annate migliori, far fronte a giornate peggiori.
il meteo consiglia cautela e schiene rasenti al muro, io giro il vento a mio vantaggio e stendo le guance ad asciugare.

Read Full Post »