Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 11 ottobre 2007

sei poco distante da casa e allora torni a piedi e quando sei sul ponte però uno col motorino rallenta e accosta e tu invece acceleri e lui allora riparte, ma poi fa inversione a U nonostante la doppia riga continua, ti supera e ancora, con un’altra inversione, la scena si ripete, e tu lo controlli con la coda dell’occhio ma fai finta di guardare altrove e lui, ancora inversione, imbocca una strada che sai che sbuca esattamente dove dovrai attraversare tu e pensi fottuti bolognesi mai che siate in giro quando servite, e ti chiedi se puoi cambiare strada, no, se puoi evitare l’incrocio, no, e allora intanto prendi fuori le chiavi dalla borsa, e poi lo vedi, infatti, sbucare al semaforo e accostare all’angolo, e aspettare, e tu cammini rasentando il muro ma lui ti vede lo stesso, riparte, rallenta e accosta ma non arriva nessuno e tu cominci a correre all’impazzata, attraversi col rosso e intanto cerchi la chiave, e sono tutte così dannatamente uguali, e arrivi sotto casa, e senti il suo motorino dietro, e senti che ha accelerato, e infili la chiave e ti volti solo mentre chiudi la porta con tutta la forza che hai e vedi che lui è lì, a pochi metri da te

accendi la luce e sali le scale, di corsa, anche se sai di essere al sicuro, eppure corri, corri e trattieni il respiro, poi entri in casa e chiudi la porta, doppia mandata, e senti il motorino, fuori, avanti e indietro, e allora spegni la luce perché temi che sia sufficientemente matto da prestare attenzione alla tua finestra illuminata, ti siedi e ricominci a respirare, e ti fa male il petto, e resti al buio con gli occhi spalancati ad ascoltare il tuo respiro affannato, ad ascoltare il rumore del motorino che, ancora, continua a fare avanti e indietro sotto casa

Read Full Post »