Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2006

Estragon Summer Festival, concerto dei Gogol Bordello.

Gogol Bordello in concert
(splendido scatto di kzk, che ringrazio)

how many darkest moments and traps
 still lay ahead of us
  how many final frontiers
   we gonna mount
    and maybe no victory laps
     but if you stepped on path of sacred art
      and stuck it out through thick and thin
       God knows you become the one
        with undestructable

         Gogol Bordello, undestructable

(titolo: citazione da oh no dei gogol bordello)

Annunci

Read Full Post »

Contare i giorni, memorizzare le date. Involontariamente eppure continuamente. Così puoi sapere con esattezza che la relazione sentimentale corrente tenta il suicidio allo scoccare dei tre anni e due mesi precisi precisi. E che spettacolo: fuochi d’artificio e biscotti gratis.
Suicidio non riuscito, per la cronaca, o almeno non del tutto.

and half of learning how to play
is learning what not to play
and she’s learning the spaces she leaves
have their own things to say

Ani Difranco, up up up up up up

just insert coin, baby, and try again.

insert coin

C’è della comicità nel fatto che un compaesano qualsiasi venga a lamentarsi con me per i comportamenti ignobili di altri compaesani, altrettanto qualsiasi? Non so, a dire il vero non credo che potrei cogliere un’eventuale ironia nascosta in questo fastidioso ronzio di sottofondo, non dopo che, per anni, il bersaglio della cattiveria di tutti questi esseri umani qualsiasi sono stata io.

E forse è per vendetta e forse è per paura
o solo per pazzia,
ma da sempre tu sei quella che paga di più
se vuoi volare ti tirano giù
e se comincia la caccia alle streghe
la strega sei tu.

Edoardo Bennato, La fata

Non mi sembravano così inoffensivi e insignificanti, allora. Comunque sia, ho finito i gettoni da sprecare con loro (ce ne sono ancora, invece, per i pochi compaesani non qualsiasi. Due, arrotondando per eccesso).

Read Full Post »

concerto di Giuliano Palma & the Bluebeaters (Estragon summer festival)

    No need to run and hide
     It’s a wonderful, wonderful life
    No need to laugh and cry
     It’s a wonderful, wonderful life

la mano di timo

Se non muoio prima,
se un uragano non spazza via il tendone Estragon
se il cantante non si prende il mal di gola
se un sacco di altre cose,
giovedì prossimo vado a sentire i Gogol Bordello

Read Full Post »

Non è la prima. Prima
ci sono state altre guerre.
Alla fine dell’ultima
c’erano vincitori e vinti.

gun
Fra i vinti la povera gente
faceva la fame. Fra i vincitori
faceva la fame la povera gente ugualmente.

Bertolt Brecht, la guerra che verrà

(titolo: citazione da back back back di Ani Difranco)

Read Full Post »

have the strength to just sit inside your sadness
even if you’re sitting there alone

Ani Difranco, Icarus

Giornata pesante.
Il numero di compaesani che sopporto senza attacchi epilettici (dose pediatrica non più di una volta al giorno e a stomaco rigorosamente vuoto) è di molto inferiore al numero di compaesani che ho incontrato oggi.
Sorridi, rispondi, sorridi, rispondi, sorridi, sorridi, sorridi.
Una guerra continua su un campo di battaglia che ho imparato a non conoscere. Per fortuna, ho la pellaccia piuttosto dura.

single player

Cercando di non esplodere mi son ficcata a tutta birra dentro ad un’altra guerra: a volte mi stupisco da sola, lo ammetto.

Credo che tutta questa voglia di lottare, di combattere, stia venendo meno.
Scalcio, sbraccio, mi dimeno, e comunque non muovo un passo fuori dal mio perimetro: mi rendo conto di essere ancora la mia unica alleata e il mio unico obiettivo.
La novità è che sto imparando ad essere a mio agio, anche dentro me stessa.
Sorridi, sorridi, sorridi.

and everything seems to have gone terribly wrong that can
but one breath at a time is an acceptable plan
she tells herself

Ani Difranco, Tamburitza lingua

(titolo: citazione da grey di Ani Difranco)

Read Full Post »

Che poi io i gatti non li sopporto; non so perché e non ho intenzione di investigare (a dire il vero il perché lo posso intuire: i gatti nella mia vita entrano sempre dall’alto, e ditemi voi se è normale). Il gatto del post precedente è l’eccezione che conferma la regola.
Comunque.
Ancora una volta mi son trovata di fronte una di quelle persone che solo loro sanno, solo loro fanno, e che ci credono anche.
Le ammiro, o forse no.
Certo sarebbe più semplice cucirmi addosso una perfezione completa e fingere anche di trovarmi a mio agio. Peccato non esserne capace.

I still only travel by foot and by foot, it’s a slow climb
but I’m good at being uncomfortable, so
I can’t stop changing all the time

(Extraordinary machine, Fiona Apple)

Read Full Post »

Oggi la mia mente perversa ha partorito il GattoRegalo.

Nel frattempo piove. E, a dire il vero, non mi dispiace affatto.

the weatherman says fair, but he looks like a lie
(Sauget wind, Satellite Inn)

Read Full Post »

Older Posts »